Pasqua in arrivo… le uova di cioccolato fanno bene ai bambini?

La Pasqua si sta avvicinando e i nostri bambini, quasi sicuramente, riceveranno uova di cioccolato. Il cioccolato fa bene, ma attenzione a non esagerare.  

E’ un alimento da evitare prima dei 2 anni, in quanto composto da grassi, proteine e soprattutto ricco di carboidrati, ovvero zuccheri semplici che lo rendono molto calorico. Va dunque consumato con moderazione già solo per questo motivo e comunque non prima dei 24 mesi di vita del bimbo, perché il fegato dei più piccini non è ancora pronto ad assimilare i grassi saturi.

Il cioccolato inoltre può indurre in alcuni bambini reazioni allergiche quali l’orticaria. Contiene alcune sostanze come la caffeina e la teobromina, ad azione eccitante.

Dal punto di vista nutrizionale, il cioccolato è un alimento ricco di magnesio, fosforo e flavonoidi, preziosi nel combattere l’azione dei radicali liberi e dunque contrastare l’invecchiamento cellulare. Per i primi assaggi dei bambini è importante, ovviamente, che il cioccolato sia di ottima qualità, preferibilmente di tipo fondente e deve essere somministrato in piccole dosi. Da evitare cioccolatini ripieni di caramello, gianduia ed altre creme, in cui la presenza di grassi e zuccheri è di gran lunga superiore alle sostanze benefiche.

Abituiamo i bambini al cioccolato fondente. Purtroppo non è amato da tutti i bambini per via del suo sapore amarognolo, ma è quello che contiene la percentuale maggiore di flavonoidi ad azione antiossidante, quantità che scende drasticamente passando al cioccolato al latte o al cioccolato bianco.

Una delle caratteristiche più conosciute del cioccolato è quella di contenere la serotonina, il neurotrasmettitore che influenza l’umore rendendoci più allegri. Nel caso dei piccoli bisogna stare attenti perché ciò potrebbe provocare un eccitamento eccessivo. Per questo motivo si sconsiglia di mangiare cioccolato nelle ore serali e dopocena per non rischiare di ritrovarsi bambini che non vogliono andare a dormire o pieni di energia fino a tarda notte.

 
  • 8 Aprile 2019

Comments are closed.