Dispositivi antiabbandono, quando scatteranno le sanzioni?

Multe sospese fino al 6 marzo 2020 per chi non è provvisto di sistema antiabbandono, obbligatorio dal novembre scorso. La legge di conversione del decreto fiscale approvata definitivamente il 17 dicembre 2019, ha previsto un aumento di 4 milioni di euro agli incentivi per l’acquisto per il 2020.

Dopo un percorso legislativo piuttosto travagliato (l’obbligo doveva entrare in vigore il 1° luglio 2019) il decreto, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è entrato in vigore il 7 novembre 2019. Contemporaneamente e nonostante le indicazioni contrarie del Consiglio di Stato e le nostre richieste è diventato operativo anche l’obbligo del dispositivo con le relative sanzioni.

Tuttavia la legge di conversione del decreto fiscale ha fatto slittare controlli e sanzioni per i trasgressori fin dopo il 6 marzo. Un po’ di tregua quindi per i consumatori prima di effettuare l’acquisto, anche perché restano tutti i dubbi sui modelli davvero a norma e sull’interpretazione della normativa da parte di chi dovrà effettuare i controlli.

E’ inoltre prevista un’agevolazione pari a 30 euro per ogni dispositivo acquistato per il trasporto dei bambini in auto, fino al compimento dell’età di 4 anni. Tutte le regole che stabiliranno chi e come potrà godere di tale beneficio, saranno stabilite dal decreto attuativo del Ministero dei Trasporti.

Per fortuna di controlli e di relative sanzioni se ne riparlerà a marzo del 2020. Ma cosa rischierà chi dopo quella data sarà beccato senza sistema antiabbandono? Chi non si adegua alla nuova normativa rischia una sanzione amministrativa da 83 a 333 euro oltre alla decurtazione di 5 punti patente. 

 
  • 9 Gennaio 2020

Comments are closed.