L’importanza dei nonni nell’educazione dei bambini.

Molto spesso li vediamo accompagnare al parco giochi i nipoti, sono indispensabili all’interno delle nostre famiglie e per molti di noi rappresentano una vera e propria salvezza: stiamo parlando dei nonni! L’Italia, per tradizione e cultura, è uno dei Paesi con il tasso più alto di anziani che si prendono cura dei propri nipoti. Sono infatti già 12 milioni, ma per effetto della curva demografica, si tratta di un pezzo della popolazione destinato ad aumentare, e tanto. Attualmente l’80 per cento di loro si cura dei nipoti fino all’età di 13 anni.

La figura dei nonni è di importanza fondamentale: essi infatti accudiscono i bambini quando i genitori sono assenti e rappresentano un punto di riferimento fermo e in grado di dare conforto. Offrono un supporto emotivo e sono in grado di trasmettere i veri valori che stanno alla base del vivere civile; sono capaci di giocare insegnando loro anche i giochi di una volta e distaccando i piccoli da video e computer. Riescono a dedicare più tempo ai nipoti, restando concentrati solo su di loro, mentre i genitori spesso sono divisi tra mille cose, anche per la vita frenetica che conducono.
Nella vita di tutti i giorni ci sono esempi di partecipazione, ad esempio i progetti nonno-vigile all’esterno delle scuole per tutelare i bambini o quelli di aiuto in mensa per la gestione del momento pasto e tanti altri.

I nonni sono così importanti da avere un ruolo chiave nell’educazione emotiva e anche sociale dei bambini. Lo sostengono gli esperti e da qualche mese esiste un asilo da 3 a 90 anni a Piacenza, in cui anziani e bambini convivono insieme, in modo che il sorriso dei bambini porti serenità ai pazienti anziani e che entrambi possano trarne beneficio gli uni dagli altri.

E’ fondamentale però mantenere le posizioni di genitori e nonni ben distinte ed evitare di caricare troppo di responsabilità, delegando ad essi compiti che spettano a mamma e papà. In caso contrario, con una delega eccessiva, si finisce per perdere il ruolo genitoriale.

 
  • 8 ottobre 2018

Comments are closed.